Bolzano
28 Ottobre 2020 Aggiornato alle 05:16
Cronaca

Maltempo

Caos neve: chiusi i caselli di Chiusa e Bressanone in direzione Nord

Sconsigliato mettersi in viaggio almeno fino alle 14. In Alto Adige la neve manda in tilt il traffico, in centinaia passano la notte in autostrada. Interventi dei vigili del fuoco per sgomberare strade interrotte e rimuovere alberi o rami caduti
Credits © Tgr Bolzano Autostrada bloccata
Autostrada bloccata

Disagi infiniti per la nevicata della notte in particolare nella parte nord della provincia. Al momento la A22 è praticamente bloccata tra Chiusa e il Brennero in carreggiata nord. Decine di camion senza catene non riescono più a muoversi: si erano messi in moto ieri sera per evitare il blocco dei tir in Austria, ma sono rimasti intrappolati e poichè occupavano anche la corsia di sorpasso (cosa vietata) hanno intrappolato anche moltissime auto. Un camion su tre aveva gomme estive. A questo si è aggiunta una slavina al km 5 dell'autostrada, all'altezza di Terme di Brennero, che non ha causato feriti ma ha interrotto il collegamento con l'Austria.
Il Codacons ha preannunciato un esposto per interruzione di pubblico servizio e blocco stradale, per chiarire le responsabilità dei disagi su una delle arterie più importanti d'Europa. Centinaia di automobilisti hanno passato la notte in auto.
Anche la statale del Brennero è interrotta tra Colle Isarco e il confine per uno smottamento nevoso. E comunque la statale è intasata in entrambe perchè tutti coloro che non possono entrare in autostrada si sono riversati su quest'arteria. 
Altra slavina e altro blocco della strada in Val di Fleres, dove un pullmann è intrappolato dopo avere evitato per poco la valanga.
Il traffico procede a rilento anche sulle altre strade. Molte difficoltà anche per le ferrovie: sia sulla linea del Brennero che della Pusteria alcuni treni cancellati, gli altri in ritardo. Sulla linea per Merano problemi per la formazione di ghiaccio sui binari. 
La centrale viabilità sconsiglia di mettersi in viaggio sia in auto sia in treno: i turisti che devono rientrare a casa dopo la settimana bianca diretti verso nord sono invitati ad aspettare almeno alcune ore, mentre verso sud non ci sono problemi eccessivi. 
Nella notte centinaia di interventi dei vigili del fuoco per sgomberare strade, recuperare auto ferme e rimuovere rami e alberi caduti; circa un migliaio i volontari. 
Chiusi i passi dolomitici. In tutto l'Alto Adige il pericolo valanghe è di grado 4, cioè molto alto. Si parla di accumuli fino a un metro in montagna e mezzo metro nelle valli (particolarmente abbondante la nevicata a Vipiteno).  
La strada statale 508 della Val Sarentina e' chiusa in entrambe le direzioni causa una valanga tra Riobianco e Pennes. Mobilitati decine di volontari: è stato possibile appurare che nessuno è rimasto travolto.
Sempre in val Sarentina, a Valdurna, una slavina ha causato il cedimento della parete di una casa; la neve è arrivata in soggiorno, ma non ci sono feriti.  
L'abitato di Solda in Val Venosta e' raggiungibile attraverso la deviazione sulla provinciale Ruhmwald. 

Il direttore tecnico generale dell'A22 Carlo Costa denuncia l'imprudenza di molti camionisti: "Per raggiungere i tir bloccati, dobbiamo intervenire contromano e tirarli fuori uno ad uno, a mano con la pala. Ci sono mezzi con gomme lisce e addirittura senza gancio di traino", prosegue Costa. "La protezione civile è stata allertata ieri sera alle 22.30 e ha gli stessi problemi a raggiungere gli automobilisti".
La situazione - continua - è stata causata dal blocco dei tir del fine settimana in Austria, che è scattato ieri alle 22. "I camionisti - prosegue - fanno di tutto per arrivare al valico prima che scatti il blocco. Sorpassano nonostante il divieto e restano bloccati, vanno sulla strada statale e restano fermi anche lì. In direzione sud, dove non ci sono divieti, infatti non abbiamo avuto problemi", conclude Costa.

La situazione generale, al di fuori dell'emergenza dell'A22, nel servizio di Roberto Vivarelli.
 
watchfolder_TGR_TAA-BOLZANO_WEB_833115_0202 ALTRA NEVE.mxf

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Cronaca