Bolzano
20 Marzo 2019 Aggiornato alle 17:24
Politica & Istituzioni

Non ha presentato nessun documento giustificativo

Anche Urzì condannato a risarcire oltre 31 mila euro

La Corte dei Conti ha dichiarato l'ex capogruppo del Pdl e di Alto Adige nel cuore colpevole di aver utilizzato i fondi a disposizione del gruppo consiliare senza nessuna documentazione giustificativa fra il 2008 e il 2012.
Credits © Rai Tgr Urzì deve risarcire alle casse pubbliche oltre 31 mila euro
Urzì deve risarcire alle casse pubbliche oltre 31 mila euro
Dopo l'intervento della Guardia di Finanza presso tutti i gruppi consiliari alla ricerca delle documentazioni sulle spese sostenute per verificarne la legittimità, la posizione di Alessandro Urzì quale capogruppo di Pdl, prima , e di Alto Adige nel cuore, poi ( come anche quella di altri consiglieri provinciali) è stata presa ine same dalla Corte dei Conti. Poichè Urzì non ha conservato alcuna pezza giustificativa dell'uso dei soldi pubblici, è stato condannato a risarcire quei fondi per un ammontare di 31 mila 450 euro. Su parte della domanda risarcitoria però è intervenuta la prescrizione

Potrebbero interessarti anche...

Altri articoli da Politica & Istituzioni