Bolzano
17 Novembre 2019 Aggiornato alle 12:38
Cronaca

Pesticidi: assolto il sindaco di Malles Ulrich Veith

Per il referendum del 2014 secondo la Corte dei Conti non ci fu danno erariale
di Marco Passarello
Credits © TgrBolzano
La Corte dei Conti ha assolto il sindaco di Malles, Ulrich Veith, dall'accusa di danno erariale per avere indetto nel 2014 il referendum contro l'uso dei pesticidi. 
Un gruppo di agricoltori aveva fatto ricorso, chiedendo che il sindaco rimborsasse i 24.000 euro spesi per organizzare la consultazione su un argomento su cui è  dubbia la competenza del Comune.
La sentenza del tribunale tributario ha invece accolto la tesi del difensore, l'avvocato Zeller, secondo cui era preciso dovere del sindaco far svolgere il referendum, una volta approvato dalla commissione comunale competente.
Anzi, la Corte si è spinta oltre, giudicando ben fondata la decisione della commissione di ammettere il referendum, escludendo qualunque colpa da parte del sindaco e accordandogli il rimborso delle spese legali.
Veith è oviamente felice della sentenza, che considera "un importante risultato per la democrazia in Provincia" che lo rende più fiducioso riguardo all'attesa sentenza della corte d'Appello sulla legittimità del referendum.
E insieme a lui esulta il consigliere provinciale del Movimento 5 Stelle Diego Nicolini: "Quello di Malles", ha dichiarato, "è un modello eccezionale, ormai conosciuto in tutto il mondo e va sostenuto."


					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Cronaca