Bolzano
23 Luglio 2019 Aggiornato alle 19:44
Cronaca

Giuseppe Avolio condannato a tre anni per bancarotta fraudolenta

Per il caso dell'azienda fallita Agrimport, di cui l'avvocato meranese era il legale. Avrebbe depauperato il patrimonio aziendale. Stessa condanna anche per l'ex dipendente Matteo Sordi
Credits © Tgr Giuseppe Avolio in aula durante la lettura della sentenza
Giuseppe Avolio in aula durante la lettura della sentenza

Il Tribunale di Bolzano ha condannato a tre anni di reclusione l'avvocato meranese Giuseppe Avolio per il caso Agrimport. La Procura aveva chiesto 4 anni. 
Avolio, ex presidente di Azienda Energetica ed ex capo di gabinetto del sindaco di Bolzano Luigi Spagnolli, era accusato di concorso in bancarotta fraudolenta relativamente alla vicenda dell'azienda fallita Agrimport.

A tre anni è stato condannato anche Matteo Sordi, ex dipendente della società. 

Per Avolio e Sordi anche l'interdizione dai pubblici uffici per 5 anni, l'inabilità all'esercizio di impresa commerciale, e l'incapacità di esercitare uffici direttivi presso qualsiasi impresa per 3 anni. 

L'accusa per i due è di aver costituito una società, la Orius srl, per sottrarre e sfruttare a scopi commerciali marchi e registrazioni della Agrimport srl,  fallita nel 2012. Un'operazione in cui, secondo la Procura, sarebbe stata coinvolta anche l'allora amministratrice Patrizia de Angelis, assolta in fase preliminare. 

Giuseppe Avolio si dice deluso per la sentenza e annuncia il ricorso in appello. Soddisfatto invece il legale di parte civile, Antonio Angelini: "La sentenza, se confermata nei successivi gradi di giudizio, permetterà di ottenere un risarcimento danni in favore dei creditori della società che sono stati danneggiati". Risarcimento che, secondo la parte civile, ammonterebbe a 700.000 euro. 

Nel servizio le interviste a Giuseppe Avolio e ad Antonio Angelini, legale di parte civile

watchfolder_TGR_TAA-BOLZANO_WEB_952420_1207 AVOLIO.mxf

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Cronaca