Bolzano
21 Agosto 2019 Aggiornato alle 06:41
Cronaca

Macello clandestino, la Guardia di Finanza sequestra 200 chili di carne

Denunciate quattro persone per maltrattamento di animali e macellazione abusiva. L'operazione in concomitanza con la festa islamica del Sacrificio
Credits © Guardia di Finanza Animali destinati al macello
Animali destinati al macello
La Compagnia di Bolzano della Guardia di Finanza ha individuato un macello non autorizzato. Al suo interno si stava clandestinamente svolgendo il rito della macellazione islamica di ovini, mediante sgozzamento e senza stordimento degli animali, in occasione della Festa religiosa del “Sacrificio”, che si è celebrata domenica scorsa.
Le Fiamme Gialle hanno scoperto un maso nel quale entravano e uscivano diverse autovetture, cariche di bestiame macellato, condotte da stranieri.
Prima nascosti tra la vegetazione, i finanzieri sono entrati nell’edificio e hanno trovato due uomini sporchi di sangue che, con dei coltelli in mano, stavano per tagliare la giugulare ad un ovino adulto. La stanza si presentava sporca e priva delle minime condizioni igieniche.
Sono state trovate 11 carcasse di ovini già macellate, per un totale di oltre 200 chilogrammi, che sono stati sequestrati.
A tutela della sicurezza alimentare, la Guardia di Finanza ricorda che la legislazione di settore prevede che non possano essere macellati animali in luoghi diversi dagli stabilimenti autorizzati.
La violazione della norma costituisce reato, del quale dovranno rispondere un italiano, proprietario del maso, e tre cittadini marocchini, accusati anche di maltrattamento di animali.
Alle operazioni ha partecipato anche personale del Servizio Veterinario dell’Azienda Sanitaria dell’Alto Adige.
Di seguito l'intervista alla capitana della guardia di finanza Giorgia Fàvaro
watchfolder_TGR_TAA-BOLZANO_WEB_973778_1408 INTERVISTA GUARDIA DI FINANZA.mxf

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Cronaca