Bolzano
21 Ottobre 2019 Aggiornato alle 13:22
Spettacolo

Concorso pianistico Busoni: scelti i tre finalisti

delusione per i 2 italiani, Nicolò Ferdinando Cafaro e Giovanni Bertolazzi, non superano la prova cameristica e dunque fuori della finale
Credits © TgrBolzano La giuria del concorso pianistico Busoni 2019
La giuria del concorso pianistico Busoni 2019
Decisi i tre finalisti del concorso pianistico internazionale Busoni, in corso a Bolzano. Si tratta del georgiano Georgi Gigashvili, della giapponese Shiori Kuwahara e del bulgaro Emanuil Ivanov. 
Delusione per i due italiani arrivati alla penultima prova con un quartetto d'archi, Nicolò Ferdinando Cafaro e Giovanni Bertolazzi.

I tre ora dovranno affrontare l’ultimissima sfida che li vedrà esibirsi con l’Orchestra Haydn di Trento e Bolzano nell’esecuzione di un concerto per pianoforte e orchestra. Per la prima volta dopo alcuni anni il pubblico ascolterà tre concerti diversi: aprirà la Kuwahara con il celebre Concerto n. 3 di Rachmaninov, da molti ritenuto tecnicamente il più difficile del repertorio pianistico; Gigashvili suonerà il Concerto n. 3 di Sergei Prokofiev, eseguito per la prima volta dallo stesso compositore nel 1921 con la Chicago Symphony Orchestra, mentre Ivanov si cimenterà con il Concerto n. 2 di Camille Saint Saëns, anch’esso eseguito per la prima volta dal compositore sotto la direzione di Anton Rubinstein.
Al Teatro Comunale accompagnati dalla Haydn e diretti da Arvo Volmer i tre giovani pianisti daranno fondo a tutte le loro capacità per conquistarsi il tanto agognato Premio Busoni, offerto dalla Città di Bolzano, che ammonta a 22.000€ e ad un periodo di promozione e management dell’attività concertistica del vincitore. Inoltre la piattaforma di streaming online Idagio offrirà al vincitore la possibilità di realizzare una registrazione discografica prodotta e distribuita in esclusiva nei primi 12 mesi seguenti il concorso.

Shiori Kuwahara (Giappone, 1995) è stata da giovanissima vincitrice dei tre concorsi pianistici più importanti del suo paese ed è apparsa in diversi programmi televisivi e radiofonici della NHK. Si è imposta ben presto nel panorama musicale internazionale: nel 2016 ha vinto il secondo premio al 62° concorso Maria Canals di Barcellona e l’anno seguente il secondo premio e il premio speciale al 68° Concorso Gian Battista Viotti. Shiori Kuwahara si è esibita in numerosi recital in Giappone e all’estero, come solista e accanto a rinomate orchestre e direttori. Si è laureata alla Tokyo University of the Arts con il massimo dei voti sotto la guida di Kei Itoh. Ha registrato un disco con opere di Prokofiev per la Warner Music Japan e GEIDAI. Attualmente studia nella classe di Klaus Hellwig all’Universität der Künste di Berlino. È borsista della Ezoe Memorial Foundation.

Giorgi Gigashvili (Georgia, 2000) porta avanti un’intensa carriera concertistica da solista e camerista. Parallelamente ai suoi studi con Revaz Tavadze, collabora regolarmente con varie orchestre e partecipa a festival e masterclass a livello internazionale. Ha vinto il primo premio al Concorso internazionale di Lloret de Mar Fiestalonia Milenio Competition (Spagna, 2013), il primo premio al Concorso Fryderyk Chopin Competition for Young Pianists (Tbilisi, 2015), il primo premio al Concorso internazionale Chopin (Estonia, 2016) e il secondo premio al VI Concorso pianistico internazionale di Tbilisi. Quest’anno ha vinto il primo premio e il premio speciale Nelson Freire al Concorso pianistico internazionale Città di Vigo in Spagna, edizione capitanata da Martha Argerich. Tra i suoi ultimi impegni spiccano concerti alla Salle Cortot di Parigi e alla Filharmonia Baltyka di Danzica accanto alla Filharmonia Baltyka Orchestra.

Emanuil Ivanov (Bulgaria, 1998) ha studiato con Galina Daskalova e con Atanas Kurtev. Attualmente si sta perfezionando al Birmingham Royal Conservatory sotto la guida di Pascal Nemirovski e Anthony Hewitt. Ha vinto i primi premi ai concorsi “Vivapiano”, “Scriabin-Rachmaninoff”, “Viktor Merzhanov”, “Pavel Serebryakov”, “Liszt-Bartók”, “Young virtuosos” e Jeunesses International Music Competition Dinu Lipatti a Bucarest, e il secondo premio al Concorso Chopin di San Pietroburgo. Ha partecipato a masterclass di Dmitri Bashkirov, Dmitri Alexeev, Andrzej Jasinski, Vladimir Ovchinnikov, Ludmil Angelov, Pavel Egorov, e molti altri. Emanuil Ivanov si è esibito in Bulgaria, Francia e Polonia. Nel 2016 ha partecipato al festival “Moscow meets friends”. Nel 2017 ha suonato con il noto pianista bulgaro Ludmil Angelov al Palazzo Reale di Varsavia e ha debuttato alla Bulgaria Hall di Sofia con la Classic FM Symphony Orchestra diretta da Grigor Palikarov.

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Spettacolo