Bolzano
23 Settembre 2021 Aggiornato alle 10:54
Cronaca

Le telecamere smentiscono la loro accusa di aggressione fuori dal carcere

Sospesi comandante e vice di una caserma dei Carabinieri di Bolzano

Sono accusati di arresto illegale con dolo, falso e calunnia. Hanno sostenuto di esser stati aggrediti dal fratello di un detenuto, ma la registrazione rivela che furono loro a far cadere a terra il giovane prima di trascinarlo in caserma
Credits © Rai Tgr Presunta aggressione davanti al carcere
Presunta aggressione davanti al carcere
Il comandante e il vicecomandante di una caserma dei Carabinieri di Bolzano sono stati sospesi dal servizio perchè accusati di arresto illegale con dolo, falso e calunnia. Con loro indagato anche un terzo collega, la cui posizione però sarebbe meno grave. Avrebbero infatti mentito sostenendo di essere stati aggrediti fuori dal carcere di via Dante dal fratello di un detenuto albanese condannato per traffico di droga.
Da una telecamera di sorveglianza risulterebbe invece il contrario. Furono cioè loro a spintonare il giovane, facendolo cadere a terra e poi trascinandolo in caserma. I due sottufficiali hanno presentato ricorso al tribunale del riesame.

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Cronaca