Bolzano
18 Settembre 2020 Aggiornato alle 10:45
Cronaca

Complicazioni interne la causa della morte

Non ce l'ha fatta Giovanni Fragale dopo l'incidente di un mese fa sull'A22

Il commerciante di origine calabrese viveva da tempo a Bolzano. Tornava in città sul suo TIR carico di specialità calabresi quando ha tamponato un altro autoarticolato. Aveva perso una gamba ed era rimasto a lungo in condizioni stazionarie
Credits © Facebook Giovanni Fragale in una foto del 2011
Giovanni Fragale in una foto del 2011
Giovanni Fragale, originario di Platania in Calabria, viveva da tempo a Bolzano, dove commerciava in specialità calabresi attraverso tre negozi tra cui "Da Giovanni" in via Resia.
Riforniva il negozio guidando personalmente un autoarticolato, come fece anche lo scorso 11 dicembre, giorno dello spaventoso incidente in cui incappò sull'A22 tra i caselli di Egna e di Bolzano sud, poco prima delle 9 del mattino.
Nell'incidente furono coinvolti due camion e un'automobile. Tre i feriti, di cui il più grave apparve subito Fragale, che fu trasportato in elicottero all'ospedale di Bolzano, dopo che fu liberato dalle lamiere del mezzo con le pinze idrauliche. Furono necessari vari interventi di urgenza, in uno dei quali gli venne amputata una gamba, ma con cui i medici speravano di essere riusciti a salvargli la vita. Purtroppo le sue condizioni sono rimaste stazionarie per un mese, fino alla notizia del decesso, causato da complicazioni interne.
Era una persona molto conosciuta in città, già numerosi i messaggi di cordoglio su Facebook.

 
Il TIR di Giovanni Fragale sull'A22 dopo lo spaventoso incidente dell'11 dicembreIl TIR di Giovanni Fragale sull'A22 dopo lo spaventoso incidente dell'11 dicembre

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Cronaca