Bolzano
26 Settembre 2020 Aggiornato alle 19:40
Ambiente

Castelrotto. Camminando fra le leggende

A Castelrotto un sentiero nel bosco conduce alla Fonte delle streghe, una sorgente di acqua ricca di zolfo legata ad una leggenda vecchia di secoli
di Cinzia Berardi montaggio Manuel Unterhauser
Credits © Tgr Bolzano I boschi dell'Alpe di Siusi
I boschi dell'Alpe di Siusi
Quella di camminare scalzi è una pratica sempre più diffusa che - secondo alcuni studi - potrebbe favorire la stabilità dello scheletro e prevenire le cadute.
Ad offrire questa possibilità ci sono solo quattro sentieri: uno in Friuli Venezia Giulia, uno in Val d'Aosta, due in Alto Adige: precisamente a Tèsido, in val Pusteria, e sull'Alpe di Siusi.
Proprio qui, nei pressi della baita Tirler, parte un itinerario di due chilometri e mezzo da percorrere a piedi nudi tra prati e ruscelli, ponti sospesi e angoli dedicati al riposo. 
Al termine del percorso, ecco la sorpresa: una sorgente di acqua sulfurea che i locali hanno battezzato La Fonte delle streghe in omaggio a un'antica leggenda. 
Nel servizio l'intervista con Hannes Rabanser, titolare della malga Tirler, che racconta la leggenda. 
watchfolder_TGR_TAA-BOLZANO_WEB_1248380_1609 HEXENQUELLE.mxf

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Ambiente