Bolzano
26 Maggio 2022 Aggiornato alle 17:45
Economia & Lavoro

Autobrennero: utile a 56,9 milioni

Risultato in positivo malgrado il calo del traffico in seguito alla pandemia. Investimenti di 28 milioni per migliorare la sicurezza
Credits © TgrTrento
Autostrada del Brennero ha chiuso l’esercizio con 56,9 milioni di utile netto.
Il Consiglio di Amministrazione presieduto da Hartmann Reichhalter ha approvato un bilancio che segna un utile di esercizio di 36,6 milioni superiore a quello del 2020 (20,3 milioni), che si riavvicina ai risultati pre-pandemia (81,7 milioni l’utile netto record del bilancio 2019) e che evidenzia il risultato migliore di sempre in un campo che sta particolarmente a cuore alla Società, quello della sicurezza.
Il Tasso di Incidentalità Globale (TIG, dato dal rapporto tra numero di incidenti per chilometri percorsi) è di 15,99. La media nazionale  si attesta a quota 28.

Ancora forte il condizionamento del calo del traffico legato alle misure restrittive applicate per contrastare la diffusione della pandemia, nonostante il miglioramento registrato rispetto al 2020: complessivamente +19,2% (15% per i veicoli pesanti, +21,6% per i leggeri). La contrazione del traffico rispetto al 2019, ultimo anno non condizionato dalla pandemia, nel 2021 è stata comunque assai rilevante con 4,3 miliardi di km percorsi contro i 5,7 miliardi di km del 2019.

Il valore della produzione, che nel 2021 è stato di 353,1 milioni di euro (305,8 milioni nel 2020), ha registrato un incremento di 47,2 milioni, corrispondente ad un aumento percentuale del 15,4%.
Complessivamente, l’area finanziaria ha contribuito al risultato di periodo con il valore di 39,9 milioni di euro (16,6 milioni di Euro nel 2020), con un incremento complessivo di 23,3 milioni.

Nonostante il regime di proroga della concessione, gli investimenti effettuati dalla Società nel corso del 2021 per ammodernare l’arteria sono stati pari a 28,28 milioni di euro (+112,8%). La Società ha, inoltre, approfittato del calo del traffico per una nuova stagione straordinaria di manutenzioni del valore di 65,9 milioni (+10,5%).

 “Sono stati anni molto complessi – osserva l'AD Diego Cattoni – durante i quali, al grande obiettivo legato alla nuova concessione, si è sovrapposta la crisi pandemica, imponendoci di lavorare contemporaneamente su più fronti e di trovare soluzioni nuove tanto sul piano gestionale che economico-finanziario. Ora il mio auspicio è che la proposta presentata ieri a Roma al Ministero possa essere accolta positivamente nei tempi utili per tradurre l’enorme progettualità prodotta dalla struttura di Autobrennero in cantieri capaci di realizzare oggi la nuova mobilità di domani”. 

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Economia & Lavoro