A Termeno una festa di Carnevale finisce con diverse persone in ospedale

Per uno spray urticante spruzzato in aria, è stato necessario l'intervento di Croce Bianca, pompieri e Carabinieri. Da chiarire il tipo di sostanza usata

A Termeno una festa di Carnevale finisce con diverse persone in ospedale
FF Tramin
Diverse persone hanno avuto bisogno dei soccorsi durante una festa di Carnevale a Termeno

Una festa di carnevale nel piazzale delle feste Termeno si è conclusa con un intervento in forze di sanitari, pompieri e forze dell'ordine.

La causa: uno spray urticante di libera vendita che qualcuno ha avuto la pessima idea di spruzzare in aria. Diversi giovani hanno accusato sintomi di malessere e difficoltà respiratorie, un paio ha perso temporaneamente i sensi. Sono dovute intervenire la Croce Bianca dell'Oltradige e della Bassa Atesina, e anche i vigili del fuoco di Termeno, che hanno allestito un punto di raccolta e illuminato la scena. L'intera area della festa è stata controllata per verificare se ci fossero altre persone con problemi di salute.

Alla fine quattro ragazzi, uno solo dei quali manifestava sintomi visibili come arrossamento agli occhi e alla gola, sono stati portati in ospedale per accertamenti. Nessuno è stato ricoverato. L'intervento, iniziato poco prima delle 23, si è concluso in un paio d'ore.

Indagano i Carabinieri, che non confermano che all'origine dell'episodio ci sia stato un alterco tra giovani. Stanno raccogliendo testimonianze tra i presenti. Finora non sarebbe stata sporta alcuna denuncia. 

Il capo intervento della Croce bianca Heinrich Bertignoll ha avanzato un'ipotesi alternativa, non confermata dai carabinieri: la sostanza usata potrebbe non essere stato spray al peperoncino (che irrita soprattutto gli occhi), ma un'altra sostanza che ha irritato le vie respiratorie. Forse è fuoriuscita da una macchina per produrre nebbia artificiale.

I pompieri hanno allestito un punto di raccolta per chi aveva bisogno di soccorsi Pompieri volontari Termeno
I pompieri hanno allestito un punto di raccolta per chi aveva bisogno di soccorsi