Il pesce d'aprile a cavallo: lo scherzo della Croce bianca

"Non solo ambulanze e moto: i soccorritori viaggeranno anche in sella agli avelignesi" riportava il comunicato-burla datato primo aprile

Il pesce d'aprile a cavallo: lo scherzo della Croce bianca
Croce bianca
Il pesce d'aprile della Croce bianca

La data della notizia pubblicata sul sito della Croce bianca altoatesina era un po' sospetta: il comunicato stampa del primo aprile 2024 dal titolo “La croce bianca introduce le squadre a cavallo” era infatti un pesce d'aprile ben confezionato. 

“In futuro - si legge nel sommario - i soccorritori della Croce Bianca non viaggeranno solo con ambulanze e moto, ma anche a cavallo. Nella sua ultima riunione, il Consiglio Direttivo dell'associazione ha dato il via libera all'attivazione di una squadra equestre. Con questa la Croce Bianca intende migliorare significativamente la catena di soccorso, in particolare nelle aree ricreative e durante gli eventi sportivi”. 

Nulla di tutto questo era vero e in molti ci sono cascati. In realtà l'idea dei soccorritori a cavallo non era sembrata così strampalata: a molte persone è piaciuta e non è detto che in futuro non si possa sperimentare davvero una soluzione che va nella direzione della sostenibilità ambientale, rispondono tra il serio e il faceto dagli uffici della Croce bianca altoatesina.

 

Il comunicato stampa Croce bianca
Il comunicato stampa