Bolzano
14 Dicembre 2018 Aggiornato alle 22:40

Meridiane in Alto Adige e Trentino

Gli orologi solari sono i segnatempo più antichi e affascinanti.
di Lucio Giudicenadrea

Tutte le grandi civiltà hanno sviluppato metodi per misurare lo scorrere del tempo basandosi sull'osservazione del sole e delle ombre. L'orologio solare è uno degli strumenti più perfezionati di questa generazione di segnatempo. Ne esistono molte varianti: a quadrante verticale, orizzontale o equatoriale. In Alto Adige/Suedtirol sono molto numerose le meridiane verticali; si trovano sui muri delle chiese, dei conventi, dei campanili e di palazzotti e case private. Una ricerca svolta negli anni '80 ne ha censite oltre 400; negli ultimi decenni la meridiana è stata protagonista di un revival: se ne vedono infatti molte di nuove, differenti per stile e iconografia da quelle realizzate nei secoli scorsi.

L'elemento più importante dell'orologio solare è l'asta che getta l'ombra. Tecnicamente si chiama gnomone; la sua caratteristica essenziale è che deve essere posizionato in modo da indicare il nord celeste, ovvero la stella polare. 
Dall'ombra dello gnomone si possono ricavare due informazioni. La direzione dell'ombra segna l'ora solare vera del luogo in cui la meridiana si trova; la lunghezza dell'ombra segna invece la stagione dell'anno. La maggior parte delle meridiane si limita alla prima informazione; quelle complete fanno invece sia da orologio che da calendario.
 

Potrebbero interessarti anche...

Altre foto da Arte & Cultura