Bolzano
18 Aprile 2019 Aggiornato alle 17:21

L'affresco proibito mostrato per i "Luoghi dell'amore"

Da poco restaurato e conservato al museo civico di Bolzano, è unico nel suo genere per come vi viene rappresentata la Trinità: lo Spirito santo ha fattezze umane e, come Cristo, nasce dal ventre di Dio


Il dipinto murario - risalente al 1524 - con un altro frammento, conservato sempre nel museo civico, è ciò che rimane della cappella dell'antico ospedale quattrocentesco di Bolzano, abbattuto nel 1870 per fare posto all'attuale edificio delle Poste. Iconograficamente è un unico per la rappresentazione della Trinità, con lo Spirito santo dalle fattezze umane, a sinistra, e il Cristo, a destra, che nascono dal ventre di Dio. Il dipinto è stato restaurato e ora attende una collocazione adeguata nel museo.

Potrebbero interessarti anche...

Altri video da Arte & Cultura