Bolzano
13 Ottobre 2019 Aggiornato alle 20:52
Politica & Istituzioni

Megalizzi e Bartèk: la radio d'Europa intitola i suoi studi ai due giovani

Sulle vittime dell'attentato dell'11 dicembre a Strasburgo il presidente del Parlamento Europeo Tajani dice: "Sappiate che qui nessuno dimenticherà"
di Ivana Buselli

Due nomi, quello di Antonio Megalizzi e quello di Barto Pedro Bartèk, due giovani che credevano nell'Europa, nell'importanza del raccontare quello che succede a Strasburgo, rimasti vittime dell'attentato dell'11 dicembre 2018.
I loro nomi sono incisi ora all'ingresso degli studi radiofonici della sede del Parlamento europeo.
A svelare la targa il presidente dell'Eurocamera Antonio Tajani. "Non possiamo fare nulla per curare le ferite che avete nel vostro cuore, ma sappiate che nessuno qui dimenticherà". 
Parole rivolte ai familiari di Antonio, alla fidanzata Luana, agli amici e alla collega di Europhonica, Caterina Moser, che era accanto a lui il giorno dell'attentato. La sua passione non si è spenta e la sua missione continua.

 

					

Potrebbero interessarti anche...


					
						

Altri video da Politica & Istituzioni