Bolzano
25 Maggio 2019 Aggiornato alle 23:24

Assistenza domiciliare agli anziani, il progetto del Comune di Bolzano

La carenza di posti letto nelle case di riposo del capoluogo può essere contrastata da un monitoraggio costante dell'anziano nella propria abitazione grazie a un sistema di sensori che sarà gestito da Alperia
di Cinzia Berardi

Bolzano conta su oltre 750 posti letto destinati alla terza età, ma le proiezioni da qui a dieci anni indicano una domanda in forte aumento. Serviranno nuove case di riposo ma anche appartamenti assistiti come quelli che apriranno in autunno presso la Fondazione Schrott di Nova Ponente. Si tratta di alloggi senza barriere dove l'anziano viene seguito ma gode al tempo stesso di una certa autonomia. Si dovrà poi potenziare l'assistenza domiciliare: a questo proposito il Comune di Bolzano sta lavorando ad un sistema innovativo insieme ad Alperia, come spiega l'assessore alle Politiche sociali Juri Andriollo.
Altro capitolo è la mancanza di personale: entro il 2030 serviranno duemila assunzioni tra infermieri, fisioterapisti e assistenti: secondo l'assessora provinciale Waltraud Deeg, si potrà coprire questo fabbisogno attraverso nuovi percorsi di formazione, personale dall'estero e coinvolgimento di enti privati.

Potrebbero interessarti anche...

Altri video da Società