Bolzano
12 Dicembre 2019 Aggiornato alle 19:48
Cronaca

L'addio commosso a Gino

Tanta gente al funerale di Gino Pasqualotto, il mito dell'hockey bolzanino morto di malattia a 63 anni
di Sergio Mucci riprese di Paolo Tomasini montaggio di Marco De Pasquale

In alto le stecche. Il tributo del mondo dell'hockey, un'ulteriore testimonianza dell'affetto sincero per Gino e per quello che, per l'hockey, ha rappresentato. A reggere il feretro, oltre al figlio Alex, Moreno Trisorio, Rolly Benvenuti, Lucio Topatigh, Bob Oberrauch, Hubert Gasser. Ex-compagni, ma soprattutto grandi amici di Gino. 
La cerimonia è stata officiata da don Jimmy. In chiesa il mondo dell'hockey, gli amici, i conoscenti, ma anche tanti tifosi. Per dare l'estremo saluto, sono venuti ex-giocatori non solo da Bolzano, ma anche da Cortina, Asiago e Milano. 
Commosso il ricordo di Bob Oberrauch, di quando, bambino, proprio grazie a Gino si avvicinò all'hockey su ghiaccio.
E commosso anche il ricordo del sindaco di Bolzano, Renzo Caramaschi, che, di Gino, ha ricordato il valore sportivo ed umano e quella sua capacità di unire la città.
Sono stati tanti poi i tifosi che hanno voluto dare un ultimo saluto ad una leggenda dell'hockey, che ha saputo interpretare al meglio lo spirito agonistico di questo sport. 

					

Potrebbero interessarti anche...


					
						

Altri video da Cronaca