Bolzano
12 Dicembre 2019 Aggiornato alle 19:48
Turismo

Maratona dles Dolomites, una vetrina eccezionale per il turismo

9000 ciclisti da tutto il mondo sono partiti da La Villa per la più grande manifestazione amatoriale su due ruote dell'Alto Adige. "Domani" è il tema scelto per l'edizione 2019
di Roberto Morelli

Maratona dles Dolomites, gara amatoriale ma non per tutti.
Di buon mattino, alla partenza, 9038 i partecipanti da tutto il mondo che da La Villa, in Alta Badia, hanno iniziato a pedalare alla conquista dei passi dolomitici. Chiusi al traffico motorizzato i 7 passi attorno al massiccio del Sella e un fiume di due ruote per una gran fondo di ciclismo che è anche occasione per riflettere sul futuro.
Il domani del turismo di montagna, col delicato equilibrio fra ecosistemi e pernottamenti in costante aumento, e il domani del pianeta, messo a rischio dal riscaldamento globale
Sono in pochi ad avere le gambe per tenere un ritmo sostenuto sulle sette salite del percorso, lungo 138 chilometri.
Spauracchio per i ciclisti, con la sua pendenza del 9,3%, il passo Giau.
A vincere, in 4 ore e 38 minuti, uno specialista delle gran fondo, il materano Tommaso Elettrico: per lui terza vittoria nelle ultime tre edizioni della Maratona dles Dolomites.
Per le donne la tedesca Christina Rausch ha bissato il successo del 2018.
Nel servizio l'intervista di Armin Moroder a Michil Costa, a capo del comitato organizzatore dell'evento. 

 

					

Potrebbero interessarti anche...


					
						

Altri video da Turismo