Bolzano
21 Agosto 2019 Aggiornato alle 13:07
Scuola

Anno scolastico 2018/19: il bilancio

Nella scuola con lingua di insegnamento italiana più studenti, più classi e più insegnanti. Restano da affrontare le lacune formative messe in risalto dalle indagini Invalsi e Pisa

Terminati gli esami di maturità, in Alto Adige è tempo di bilanci dell’anno scolastico passato. Soddisfatti si dicono i responsabili politici Giuliano Vettorato, per la scuola con lingua d’insegnamento italiana, Philipp Achhammer per la scuola tedesca, Daniel Alfreider per la scuola ladina. E soddisfatti si dicono anche gli intendenti scolastici Vincenzo Gullotta, Sigrun Falkensteiner e Edith Ploner.

Nella scuola italiana, in particolare, aumentano alunni e studenti: oggi sono 17.142, cinque anni fa erano 16.433. Aumenta il numero
delle classi e degli insegnanti. Buona la percentuale dei promossi al termine dei cicli scolastici: 99% alle elementari, 98% alle medie, 94% alla maturità, 88% alla formazione professionale, 81% nell’apprendistato.

Questi i risultati ufficiali che, almeno in parte, contrastano con quanto messo in evidenza dalle indagini indipendenti come quelle di Invalsi, l’Istituto nazionale per la valutazione del sistema educativo di istruzione e di formazione: oltre il 30% degli studenti italiani non è in grado di comprendere un testo minimamente complesso. “Dal prossimo anno cercheremo di ragionare in un altro modo”, ha dichiarato l’Assessore Giuliano Vettorato.
Intanto, la scuola in lingua italiana riceverà rinforzi all’inizio del prossimo anno scolastico. Cinquanta docenti arriveranno dalle graduatorie nazionali, altri trentacinque saranno assunti direttamente dalla Sovrintendenza scolastica.

					

Potrebbero interessarti anche...


					
						

Altri video da Scuola