Bolzano
20 Settembre 2019 Aggiornato alle 17:22
Salute

Adolescenti oggi: nuove sfide per educatori e operatori sanitari

Web e social media, espressione del sé mediata da immagini su instagram e comunicazioni via smartphone: tutto ciò ha cambiato profondamente il modo di essere adolescenti
di Luigina Venturelli, interviste Floriana Gavazzi, riprese Paolo Tomasini, montaggio Enrico Michelon

Adolescenti nuovissimi. Un'espressione utilizzata per raccontare le crisi evolutive di ragazzi e ragazze nel mondo contemporaneo, che pongono nuove sfide ad educatori ed operatori sanitari.
Se ne parla  all'Eos Accademia di Bolzano.

Web e social media, espressione del sé mediata da immagini su instagram e comunicazioni via smartphone. Tutto ciò ha cambiato profondamente il modo di essere adolescenti oggi: una ricerca esasperata dell'ammirazione dei pari e della rete che, in assenza di riscontri, porta a vivere il proprio corpo come fonte di vergogna che spinge a nascondersi, a recludersi in casa davanti a uno schermo come i ragazzi affetti da sindrome hikikomori (in Italia si stima siano 100.000), o a tagliarsi, ferirsi fisicamente per allentare l'angoscia dell'anima.

Per imparare a conoscere ed affrontare le crisi di quelli che vengono definiti i nuovissimi adolescenti, la cooperativa Eos, in collaborazione con la cooperativa Minotauro di Milano, propone corsi di formazione estiva per chi si occupa di giovani. Giovedì 25 luglio alle 17, anche una serata informativa rivolta a tutti, soprattutto a genitori che vogliano capire meglio i propri figli e i possibili blocchi nel loro percorso evolutivo. Ulteriori informazioni, presso la sede Eos di via Rencio a Bolzano.

Nel servizio le interviste a Gustavo Pietropolli, psichiatra e psicoterapeuta, e ad Antonio Piotti, del Centro Minotauro di Milano.


 

					

Potrebbero interessarti anche...


					
						

Altri video da Salute