Bolzano
24 Agosto 2019 Aggiornato alle 23:37
Ambiente

Val d'Ultimo, multe per chi campeggia fuori dalle aree consentite

La sindaca, Beatrix Mairhofer, dice che la situazione non è più tollerabile: troppe persone, soprattutto nei fine settimana estivi si fermano vicino ai laghi e nei boschi. Fra i problemi, il più serio è quello igienico
di Fernanda Scarmagnan, interviste Lukas Bertagnolli, riprese Georg Jocher, montaggio Paolo Morato

Su tutto il territorio comunale della Val d'Ultimo il campeggio fuori dagli spazi dedicati è permesso solo durante il giorno. 
Finora le guardie si sono limitate a controllare ed ammonire quanti in tenda, camper o roulotte sostano in zona vietata. E per Christoph Schwienbacher, guardia del parco nazionale dello Stelvio, il problema maggiore è legato all'igiene: rifiuti gettati in giro, gabinetti chimici svuotati dove capita e boschi usati come gabinetti.

Per chi non rispetta il divieto è prevista una multa da 100 a 500 euro, che non è stata ancora applicata. Ma la situazione negli ultimi anni - dice la sindaca di Ultimo, Beatrix Mairhofer - è andata peggiorando, soprattutto nei fine settimana estivi. Per questo d'ora in poi - assicura - scatteranno le multe. Anche se non sarà semplice, dato che il comune non dispone di un corpo di polizia urbana. Fondamentale sarà dunque la collaborazione delle guardie forestali e dei dipendenti dei bacini montani.

Chi pratica il campeggio selvaggio intanto verrà indirizzato al parcheggio della stazione a valle dell'area sciistica di Malga Guazza.



 

					

Potrebbero interessarti anche...


					
						

Altri video da Ambiente