Bolzano
17 Novembre 2019 Aggiornato alle 12:38
Arte & Cultura

La passione di Carlo Dapoz per la fotografia faunistica

Di Pedraces, commerciante a La Villa, il badiota utilizza il suo tempo libero per lunghi appostamenti, in attesa del momento magico per immortalare i suoi soggetti preferiti, dai cervi in amore al gallo forcello

L'amore di Carlo Dapoz per la fotografia naturalistica è nata quando aveva 16 anni e gli zii lo portavano a caccia sulle montagne della val Badia. Ma lui non era interessato a uccidere gli animali, piuttosto a osservarli.
Dopo più di 40 anni la passione è ancora intatta. Dapoz si sveglia spesso prima dell'alba e con macchina fotografica e obiettivi nello zaino si apposta in tenda, disposto ad aspettare anche 6 o 7 ore per cogliere il momento magico, quello che permette di fissare in immagini i camosci delle Dolomiti, il bramito del cervo in autunno o il canto del gallo forcello in primavera. 
La fotografia per Dapoz è una forma di meditazione solitaria nella natura. Una natura che ha imparato a rispettare: è sempre attento a non disturbare gli animali che fotografa.   
I suoi scatti postati sui suoi profili Facebook e Instagram vengono acquistati da appassionati del genere.
Dapoz ha anche pubblicato le sue foto sui libri di Strix, l'associazione di fotonaturalisti dell'Alto Adige che conta un centinaio di iscritti.  

					

Potrebbero interessarti anche...


					
						

Altri video da Arte & Cultura