Bolzano
24 Settembre 2020 Aggiornato alle 18:02
Sport

"Serve una nuova convenzione o l'ippodromo di Merano chiuderà"

Il presidente di Merano Galoppo, Gianni Martone, annuncia l'intenzione di rinunciare alla gestione della struttura dal 5 luglio. Perdite annunciate per 900 mila euro. Già chiesto un tavolo di trattativa al ministero dell'Agricoltura
di Luigina Venturelli, montaggio di Enrico Michelon

Il pubblico dovrebbe tornare sugli spalti tra pochi giorni, prima che si concluda la stagione estiva delle corse. I presupposti normativi affinché la provincia decida di riaprire agli appassionati di ippica ci sono tutti. Ma il loro potrebbe essere un ritorno di breve durata, perché il 5 di luglio, al termine dell'ultima gara di cavalli, il presidente di Merano Galoppo Gianni Martone minaccia di restituire alla città le chiavi della struttura.
Il problema è il rinnovo della convenzione con il ministero dell'Agricoltura, che penalizza l'ippodromo di Maia e che assicura sovvenzioni annue per 900 mila euro, quando secondo le stime dei gestori ne servirebbero 2 milioni.



 

					

Potrebbero interessarti anche...


					
						

Altri video da Sport