Bolzano
09 Maggio 2021 Aggiornato alle 08:27
Arte & Cultura

A Stenico la natura nasconde un luogo magico, l'arte fa il resto

Tre chilometri di sentieri accessibili a tutti. 110 installazioni: legno, rami, foglie che danno vita a mostri, uomini, ballerine. È il percorso "Bosco arte Stenico" che attira ogni anno 20mila persone

Tre chilometri di sentieri, 110 installazioni che si fondono con la natura. Un intreccio di rami, tronchi e foglie per prendere respiro. 

È il segreto di Bosco Arte Stenico (Bas), valli Giudicarie esteriori.
A raccontare la storia di queste creazioni è Silvia Lorenzin, una delle giovane guide volontarie del percorso.
Il tracciato è accessibile anche alle persone con disabilità e che resta aperto tutti i giorni.
Ad idearlo una decina di anni fa il fotografo Maurizio Corradi, oggi presidente del "Bas"

Tra l'ombra degli alberi e il tempo della natura: mostri, uomini, ballerine, mani che sembrano prendere vita.
"Ogni anno viene lanciato un tema, il prossimo bando solo per artisti italiani dedicato alla metamorfosi", spiega la storica dell'arte Elisabetta Doniselli.  
"Bosco Arte Stenico è posto magico - prosegue - percorso ogni anno da più di 20mila persone con un affaccio direttamente sul castello di Stenico, castello che non aspetta altro di poter riaprire ai visitatori".
 

					

Potrebbero interessarti anche...


					
						

Altri video da Arte & Cultura