Bolzano
05 Maggio 2021 Aggiornato alle 19:20
Salute

Un quinto degli altoatesini ha ricevuto almeno la prima dose

Già somministrate 103 mila dosi. Quasi 70 mila persone hanno inoltre sviluppato un certo grado di immunità al Covid dopo la malattia
di Floriana Gavazzi

La nuova strategia di trasparenza sui vaccini dell'Azienda sanitaria si spiega con il tentativo di superare il rifiuto da parte di molti over 70 di vaccinarsi con Astrazeneca. Abbiamo sentito in proposito il direttore dell'Asl Florian Zerzer. 
Intanto sono oltre 100.000 gli altoatesini, cioè un quinto della popolazione, ad aver ricevuto almeno la prima dose di vaccino, sviluppando quindi una solida protezione contro un eventuale decorso grave della malattia. Lo comunica una nota dell'azienda sanitaria. Se aggiungiamo a questa cifra anche le 69.107 persone che nel frattempo sono guarite dopo un’infezione da Covid-19, possiamo notare che 172.141 cittadini e cittadine dell’Alto Adige hanno già acquisito un certo grado di protezione contro l'insidioso virus.
Dal 15 aprile anche le persone over 60 possono prenotarsi per la vaccinazione contro il Covid. Un totale di 10.382 persone si sono prenotate in questi due giorni. Nella fascia di età 60-64 anni hanno prenotato 7.079 (di cui 65% on-line), per quella 65-69 anni sono state eseguite 2.269 prenotazioni (di cui 57% on-line), per le persone tra 70 e 74 anni si contano 708 prenotazioni (di cui 40% on-line) e per i 75-79enni sono state 326 (di cui 36% on-line).
Solo oggi il centralino del Centro Unico di Prenotazione provinciale ha ricevuto un totale di 27.634 chiamate.
Coloro che hanno più di 60 anni sono invitati a prenotarsi online su https://sanibook.sabes.it
In alternativa, è ancora possibile ottenere un appuntamento per la vaccinazione chiamando il Centro Unico di Prenotazione Provinciale dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 16, al numero 0471/100999.
La maggior parte delle vaccinazioni fino ad ora erogate sono state fatte con il vaccino della Biontech-Pfizer (1° e 2° dose: 91.328), seguito da quelli di AstraZeneca (26.149 dosi) e di Moderna (5.755 dosi).

Ed ecco, in cifre,  un riepilogo della campagna vaccinale in Alto Adige (tra parentesi la variazione rispetto alla settimana scorsa).  

Dosi di vaccino somministrate: 146.806 (+23.574)
Prima dose: 103.044 (+21.708)
Seconda dose: 43.762 (+1.866)
Cicli di vaccinazione completati: 42,5%
Vaccinazioni per gruppi
Persone con più di 80 anni di età escluse le case di riposo.
A questo gruppo appartengono 29.367 persone
Prima dose: 25.150
Seconda dose: 22.528
Prenotazioni: 253
Persone con più di 70 anni di età
A questo gruppo appartengono 48.908 persone
Prima dose: 26.563
Seconda dose: 2.089
Prenotazioni: 2.454
Persone con più di 60 anni di età
A questo gruppo appartengono 58.927 persone
Prima dose: 11.562
Seconda dose: 2.610
Prenotazioni: 5.418
Persone ultrafragili e caregiver
Prima dose: 9.215
Seconda dose: 1.559
Personale di scuole, asili e università
A questo gruppo appartengono 21.346 persone
Prima dose: 11.511 (53,9%)
Dipendenti dell‘Azienda sanitaria
A questo gruppo appartengono: 10.778 persone
Prima dose: 8.512 persone
Seconda dose: 7.511 persone
Totale di persone vaccinate: 8.512 (79,0%)
1.122 dipendenti non possono essere attualmente vaccinate a causa di una precedente infezione.
Vaccinazioni per tipologia di vaccino
Pfizer BioNTech
Prima dose: 62.046
Seconda dose: 41.671
Cicli di vaccinazione completati: 67,2%
Moderna
Prima dose: 4.765
Seconda dose: 2.091
Cicli di vaccinazione completati: 43,9%
Vaxzevria (ex AstraZeneca)
Prima dose: 36.216
Seconda dose: 0
Cicli di vaccinazione completati: 0,00%
Forniture previste (19.04. – 26.04.2021)
Pfizer BioNTech: 26.910 dosi
Moderna: 3.850 dosi
Vaxzevria (ex AstraZeneca): 3.850 dosi
Totale: 34.610 dosi

 

					

Potrebbero interessarti anche...


					
						

Altri video da Salute