Bolzano
13 Giugno 2021 Aggiornato alle 13:34
Società

Un giardino per tutti, non solo un'attrazione per turisti

Torna a chiederlo a Bressanone la "Iniziativa per il futuro del giardino vescovile". Troppo poco aprire solo ai giovani tre giorni alla settimana per poche ore, come deciso dal comune. Il comitato propone 4 incontri in uno spazio attiguo
di Lucio GIudiceandrea; montaggio Daniel Hainz

Bene aprire il giardino ai giovani, come ha deciso la giunta comunale. Ma non sono solo loro ad avere bisogno di socialità e contatti, dopo questo lungo periodo di isolamento. E così i componenti della "Iniziativa per il futuro del giardino vescovile" tornano alla carica. Ribadiscono la richiesta di sanare e aprire i cancelli del giardino a tutti. E annunciano per parte loro una serie di iniziative a sfondo eco-religioso, coordinate dal direttore don Paul Renner. 
Il primo incontro , dedicato alla rivolta contadina del 1525, questa sera nel cortile del palazzo vescovile. Gli altri seguiranno nello spazio verde attiguo al giardino, messo a disposizione dalle suore terziarie.
Va ricordato che il comune di Bressanone ha preso in affitto il giardino nel 2008. Salvo aperture per singole iniziative d'estate, è sempre rimasto chiuso. Il comune ha però pagato alla Curia circa 900 mila euro di affitto.
 

					

Potrebbero interessarti anche...


					
						

Altri video da Società