Bolzano
08 Dicembre 2021 Aggiornato alle 16:19
Politica & Istituzioni

Merano verso il ballottaggio, timori per l'affluenza

Scaduti i termini per gli apparentamenti, che non ci saranno. Sia Roesch sia Dal Medico si appellano direttamente ai cittadini, non ai partiti
di Floriana Gavazzi, montaggio di Alessandro Indrieri

Domenica prossima, 24 ottobre, a Merano si vota per il ballottaggio Tra Paul Roesch e Dario Dal Medico. Non ci saranno apparentamenti: ormai sono scaduti i termini. 

La vera incognita, temuta da entrambi i candidati, è l'astensione. Al primo turno ha votato il 51,9% degli aventi diritto, minimo storico per Merano. Se si considera il calo fisiologico tra il primo e il secondo turno, il rischio è di arrivare di poco sopra il 40%, come è accaduto nei ballottaggi che si sono appena conclusi in molte città italiane. 

L'esito è davvero incerto: al primo turno Roesch, sostenuto da Verdi, PD, Sinistra ecosociale e Movimento 5 Stelle ha superato di mezzo punto Dal Medico, espressione di Civica per Merano, Alleanza per Merano e Think Lady. Una differenza di soli 87 voti.

L'unica indicazione di voto è arrivata dal Team K per Roesch. Entrambi i candidati si appellano non ai partiti, ma direttamente ai cittadini: Roesch per completare il lavoro intrapreso nel primo mandato da sindaco, Dal Medico in nome del cambiamento.
  

					

Potrebbero interessarti anche...


					
						

Altri video da Politica & Istituzioni