Bolzano
03 Dicembre 2021 Aggiornato alle 13:58
Arte & Cultura

L'orgoglio dei vecchi ferrovieri in mostra a Bressanone

Cimeli raccolti di generazione in generazione, e storie molto particolari, come quella dei "musi neri" di Bressanone. Tutto è raccolto in una mostra alla vecchia biblioteca della città visitabile fino a domenica

Arrivarono da tante regioni d'Italia per lavorare in Alto Adige. Rappresentanti della comunità italiana in località di confine.
Stiamo parlando dei ferrovieri. A celebrarli con cartelli d'epoca, foto vintage e divise storiche, una mostra inaugurata stamattina nella vecchia biblioteca di Bressanone.

Dalle locomotive a vapore all'alta velocità. Dall'antico collegamento Fortezza - San candido al tunnel del Brennero.
Cambiamenti epocali che hanno segnato il territorio e che hanno come protagonisti i ferrovieri, un pezzo importantissimo del tessuto sociale altoatesino.
Una mostra di cimeli li racconta, a collezionarli ci ha pensato Fabio Ruffinengo, quinta generazione di una famiglia di ferrovieri.
Tanti i macchinisti ormai in pensione che, osservando le teche, non hanno potuto fare a meno di commuoversi. Tra loro anche uno dei cosiddetti "musi neri" di Fortezza.

La mostra sarà visitabile fino a domenica.


					

Potrebbero interessarti anche...


					
						

Altri video da Arte & Cultura