Bolzano
27 Gennaio 2022 Aggiornato alle 13:13
Arte & Cultura

Il rapper bolzanino Marco Picone fa "Strike"

Il giovane rapper è stato premiato nell'ambito del concorso "Strike - giovani che cambiano le cose", il concorso riservato agli under 35 della Provincia di Trento
di Sergio Mucci montaggio Matteo Tiozzo

29 anni, nato a Napoli, da quasi 20 anni a Bolzano. Marco Picone, in arte Zelda, ha incontrato la musica da piccolissimo. 
A 4 anni i nonni gli regalano una tastiera.
Subito dopo inizia a prendere lezioni di pianoforte.
Il talento c'è e la passione cresce. 
A 9 anni scopre la musica rap e a 17 inizia i primi contest e concerti.
Al rap si avvicina anche per vincere la sua timidezza e la balbuzie.
Il rap come impegno, anche contro il bullismo, di cui è stato lui stesso vittima.
Ma il rap e la musica anche come terapia.
Nelle scuole dirige dei laboratori di scrittura creativa, molto apprezzati dai ragazzi che possono esprimersi liberamente e gestire anche le loro emozioni più profonde, come, è successo ad esempio in una classe, la rabbia. 
Al concorso Strike è stato premiato proprio per l'impegno civile e sociale dei suoi testi e per un progetto sul post-pandemia. 
Attualmente, oltre a dirigere un laboratorio alle scuole Alfieri di Bolzano, sta terminando un corso di aggiornamento di musicoterapia. 



 

					

Potrebbero interessarti anche...


					
						

Altri video da Arte & Cultura