Bolzano
19 Maggio 2022 Aggiornato alle 05:08
Politica & Istituzioni

Le celebrazioni per i 50 anni dell'autonomia

Presentati a Palazzo Widmann i numerosi eventi che accompagneranno il 2022. Il secondo Statuto di autonomia fu introdotto per rafforzare le tutele delle minoranze tedesca e ladina, ma di fatto portò benessere e pace sociale per tutti
di Floriana Gavazzi, montaggio di Emanuel Fürhapter

Il 20 gennaio 1972 entrò in vigore il secondo statuto di autonomia, pietra miliare per la tutela delle minoranze tedesca e ladina.

Per celebrare il 50esimo anniversario di questo evento giunta e consiglio provinciale di Bolzano hanno organizzato moltissimi eventi presentati a Palazzo Widmann.

All'entrata in vigore del secondo Statuto di autonomia, 50 anni fa, ci furono resistenze e preoccupazioni nella popolazione di lingua italiana dell'Alto Adige: molti temevano di perdere lavoro e privilegi con l'introduzione di proporzionale e bilinguismo. 

Ma la storia della seconda autonomia, ha sottolineato il presidente Kompatscher, è stata una storia di successo che ha significato benessere economico e pace sociale per tutti i gruppi. 

Prima i vicepresidenti della giunta Deeg, Vettorato e Alfreider e la presidente del consiglio provinciale Mattei, poi - collegati da remoto - i rappresentati di enti di ricerca e associazioni hanno illustrato la ricca serie di eventi che ci accompagneranno nel 2022. 

Si punterà su rievocazioni storiche e teatrali, sul cinema e sul coinvolgimento attivo delle associazioni, soprattutto dei giovani che sono i più lontani dagli eventi del 1972. Per loro il consiglio provinciale ha organizzato un concorso di video sul tema "L'autonomia dell'Alto Adige significa per noi...".
La presidente Rita Mattei si è detta piacevolmente sorpresa dalla partecipazione numerosa da parte delle scuole.  

					

Potrebbero interessarti anche...


					
						

Altri video da Politica & Istituzioni