Bolzano
26 Maggio 2022 Aggiornato alle 17:45
Politica & Istituzioni

Deeg: con la legge provinciale sull'edilizia alloggi per il ceto medio

L'assessora difende il provvedimento all'esame del consiglio provinciale. Modifiche alla durata dei contratti delle case Ipes e alloggi riservati ai redditi Medi. Ma le opposizioni criticano il provvedimento
di Antonio Signorini, montaggio di Alessandro Emili

La casa in Alto Adige è la principale emergenza sociale ed economica. Ora anche tema di dibattito politico, con la nuova legge sull'edilizia pubblica all'esame del consiglio provinciale. Provvedimento importante sottolinea l'assessora Waltraud Deeg nel servizio. C'era bisogno di una semplificazione delle norme per l'Ipes, spiega.  

Tiene banco il modello austriaco invocato dalle opposizioni, dai Verdi al Team K fino al Pd. A Vienna il 50% degli abitanti vive in abitazioni pubbliche o convenzionate. A costi vantaggiosi, non solo per le categorie più deboli: sette euro al metro quadro. Più della media dei canoni degli alloggi Ipes, sottolinea Deeg, molto più dei prezzi di mercato. 

A rimetterci in provincia è quindi il ceto medio. Una fascia di reddito troppo alta per gli alloggi Ipes e troppo bassa per il mercato. La legge, spiega Deeg, prevede contratti più lunghi dei 10 anni. Poi una quota di nuovi alloggi Ipes dedicata. Ad esempio ogni dieci alloggi pubblici, sei dedicati ai redditi bassi o a categorie specifiche come i giovani, quattro al ceto medio. 

					

Potrebbero interessarti anche...


					
						

Altri video da Politica & Istituzioni