Bolzano
26 Maggio 2022 Aggiornato alle 17:45
Economia & Lavoro

Alla fattoria sociale e biologica di Miriam Zenorini il primo premio Agitu

Sono 18 le donne che hanno partecipato alla prima edizione del premio intitolato alla giovane pastora etiope uccisa a Frassilongo il 29 dicembre 2020. Il riconoscimento è andato a una fattoria di Bressanone con lavoratori svantaggiati
di Simona Peluso, montaggio di Matteo Tiozzo

L'eredità di Agitu sarà mantenuta in vita, creando una rete di imprenditrici agricole impegnate in attività innovative, sociali, multifunzionali in Trentino Alto Adige. Sono 18 le donne che hanno partecipato alla prima edizione del premio intitolato alla giovane pastora etiope uccisa a Frassilongo il 29 dicembre 2020. 
Il riconoscimento  è andato a  Miriam Zenorini, promotrice della prima fattoria sociale biologica in provincia di Bolzano, alle porte di Bressanone, che integra lavoratori svantaggiati ma non solo. 
Il premio speciale, offerto dall'associazione Aevvento al Vintola, è andato invece a Julia Gasser, musicista che ha avviato da poco un'azienda agricola a Capriana, in Val di Fiemme.
Obiettivo, mantenere i contatti e per continuare a sostenere tutte le partecipanti. 

					

Potrebbero interessarti anche...


					
						

Altri video da Economia & Lavoro