Bolzano
26 Maggio 2022 Aggiornato alle 17:45
Società

Bressanone, le ex caserme Reatto e Schenoni passano al comune

A cederle a titolo gratuito la provincia. Le aree sono inutilizzate da decenni. Al loro posto l'idea è costruire alloggi, asili e scuole
di Anna Saccoccio; montaggio di Beniamino Brunelli

La Provincia di Bolzano, su proposta dell'assessore al patrimonio Bessone, cederà a titolo gratuito al comune di Bressanone le ex caserme Reatto e Schenoni, che l'esercito non utilizza da decenni.

La giunta provinciale ha già deliberato la cessione, che avverrà formalmente tra due mesi. Il  comune potrà così avviare il progetto per riqualificare le due zone, che da anni versano in uno stato di degrado. 

Gli edifici che ospitavano il comando e gli alloggi dei militari e degli ufficiali saranno rasi al suolo. Al posto dell'ex caserma Reatto l'idea è costruire degli alloggi, in parte di edilizia agevolata; nell'area dell'ex caserma Schenoni invece realizzare asili e scuole. 

A decidere sarà il comune di Bressanone una volta elaborato il progetto. Nell'attesa che parta la riqualificazione, l'area della ex Reatto è stata adibita a parcheggio degli autobus e alcuni spazi sono stati dati per tre anni ad associazioni. Alcuni spazi della caserma Schenoni sono invece gestiti dalla croce rossa italiana e fungono da centro di accoglienza. 

Nel servizio l'intervista all'assessore al patrimonio Massimo Bessone.

					

Potrebbero interessarti anche...


					
						

Altri video da Società