Bolzano
04 Luglio 2022 Aggiornato alle 17:52
Ambiente

Scende a due metri il livello dell'Adige, ma la criticità resta media

Non ancora grave come in altre parti del Veneto e Friuli la siccità in provincia di Bolzano. Ma le alte temperature estive potrebbero aggravare la situazione. A rischio anche la produzione di energia idroelettrica
di Cinzia Berardi, Matteo Tiozzo

Il livello del fiume alla stazione idrometrica di Ponte Adige è sceso fino a due metri.
All'estremo opposto dell'ottobre 2020, quando dopo un'ondata di piena l'acqua raggiunse i 6 metri. 
Adesso siamo invece al 30 per cento in meno della norma del periodo. Nonostante questo, il fiume riesce ancora a garantire all'agricoltura veneta tra i 150 e i 200 metri cubi al secondo. 
La criticità dell'Adige resta dunque di livello medio, non ancora grave come quella di altri fiumi in Veneto e Friuli.
Ad alimentarne la portata le piogge dei giorni scorsi - che hanno prodotto un temporaneo sollievo - e lo scioglimento anticipato dei ghiacciai. 
La situazione potrebbe però peggiorare, compromettendo anche la produzione di energia idroelettrica.
Il bacino più grande, quello del lago di Resia, ha già perso il 60 per cento del suo volume.
Ce ne parla nel servizio Roberto Dinale, direttore dell'Ufficio idrologia e dighe della Provincia di Bolzano.

					

Potrebbero interessarti anche...


					
						

Altri video da Ambiente