Bolzano
11 Agosto 2022 Aggiornato alle 21:37
Economia & Lavoro

Aumentati i prezzi di lettere, raccomandate e pacchi postali

Intanto il sindacato Asgb denuncia condizioni di lavoro sempre più difficili per i dipendenti delle poste
di Anna Saccoccio

Spedire una lettera costerà in media dieci centesimi in più per tutti gli scaglioni di peso. Da 20 a 50 in più per le raccomandate. Sempre in base al peso, sale anche il prezzo dei pacchi. Quasi 2 euro in più per quelli dai 3 ai 5 chili. Gli aumenti sono scattati da lunedì 27 giugno 2022.

Piccole variazioni, ma per le persone si aggiungono ai rincari generali. Fuori dalla posta a Bolzano i più sono rassegnati. Molti ormai, anziani compresi, hanno abbandonato le lettere e usano esclusivamente la posta elettronica per comunicare.

Il lavoro dei dipendenti però non diminuisce, tra nuovi servizi finanziari e rilasci dello Spid. Alfred Moser del sindacato ASGB denuncia carenza di personale e condizioni di forte stress. "Il clima è teso. Non mancano licenziamenti da parte di alcuni colleghi - racconta - e situazioni di mobbing, tuttavia difficili da dimostrare". 

Tramite una convenzione la provincia di Bolzano finanzia le poste con quasi 11 milioni di euro per coprire una serie di spese, tra cui il recapito dei quotidiani e una maggiore copertura di personale rispetto al resto d'Italia, convenzione che ha garantito a livello locale più assunzioni a tempo indeterminato. 

Gli stipendi però restano a carico di poste italiane. Il rinnovo del contratto nazionale del 2021 ha garantito un aumento dei salari. Per il sindacalista ancora troppo basso in relazione al costo della vita in provincia di Bolzano.
 

					

Potrebbero interessarti anche...


					
						

Altri video da Economia & Lavoro