Bolzano
04 Luglio 2022 Aggiornato alle 17:52
Spettacolo

Teatro Stabile di Bolzano: per la stagione 2022/23 tornano gli abbonamenti

Cento spettacoli per riprendersi il teatro e non lasciarlo mai più. Inaugurazione il 20 ottobre con "PPP, profeta corsaro", lo spettacolo dedicato a Pier Paolo Pasolini in occasione del centenario della sua nascita
di Luigina Venturelli, montaggio di Matteo Tiozzo

Cento spettacoli per riprendersi il teatro e non lasciarlo mai più. Per tornare a respirare ossigeno per l'anima e il cuore. Che batte per l'affresco di parole e musica di PPP, profeta corsaro, lo spettacolo inaugurale dedicato a Pier Paolo Pasolini in occasione del centenario della sua nascita. Si emoziona per capolavori della drammaturgia come il Crogiuolo di Arthur Miller e il Riccardo III di Shakespeare. E torna a mettere in circolazione idee e creatività: "L'interpretazione dei sogni", scritto dal neo premio oscar del teatro Stefano Massini ed ispirato al padre della psicanalisi, il testo sognante di "Azul" con Stefano Accorsi, e quello scanzonato de "La mia vita raccontata male" con Claudio Bisio.
Basterebbero questi pochi titoli per tornare ad abbonarsi alla stagione 2022/23 del Teatro Stabile di Bolzano.
Cinque le produzioni e coproduzioni originali in cartellone, col Sociale di Trento, il Piccolo di Milano, gli Stabili del Veneto e di Bologna. 18 i titoli nella rassegna regionale dedicata al teatro contemporaneo di ricerca, con lo stile passionale di Emma Dante e le parole caustiche di Foster Wallace. E poi la danza sulle note della Nona di Beethoven e dello Schiaccianoci.
La poesia, la prosa, per uno spettacolo che non soffre confini di genere.
Confermata la politica del teatro come diritto: "I prezzi - sottolinea il direttore Walter Zambaldi - restano invariati".

					

Potrebbero interessarti anche...


					
						

Altri video da Spettacolo