Bolzano
15 Agosto 2022 Aggiornato alle 17:41
Politica & Istituzioni

Elezioni politiche, Verdi favorevoli a coalizione larga di centro sinistra

Torna a riunirsi, dopo due anni, l'assemblea provinciale del partito. Si eleggono co-portavoce e delegati del coordinamento provinciale; ma sullo sfondo resta il tema delle alleanze per le elezioni del 25 settembre. Dai Verdi il sì al campo largo
di Simona Peluso - immagini: Dieter Verdross - montaggio: Christof Glira

Dopo due anni, a Bolzano, si torna a riunire l'assemblea provinciale dei Verdi: nuovi tesserati, nuovi volti, i temi di sempre.
L'ambiente al centro, con l'urgenza di trovare soluzioni concrete contro il cambiamento climatico, l'attenzione ai giovani, alle donne, al sociale. La riunione è l'occasione per eleggere i co-portavoce - il mandato viene rinnovato a quelli già in carica, Marlene Pernstich e Felix von Wohlgemuth - e i delegati del coordinamento provinciale, il cosiddetto parlamentino.

L'assemblea vota in favore di un allargamento - da 9 a 11 membri - e affida loro il mandato di approvare, a maggioranza qualificata, le liste dei candidati per le elezioni politiche senza passare dal parere dell'assemblea. 
Perché il 25 settembre si avvicina e il tema delle alleanze si fa impellente.  Ieri l'incontro - cordiale- col commissario provinciale del PD Carlo Bettio: i verdi sarebbero pronti a entrare in una coalizione di campo largo con PD, Team K, forze di centro. 

Una coalizione il più larga possibile - dichiara nel servizio il consigliere provinciale dei Verdi Riccardo dello Sbarba - che possa chiedere alla SVP di farsi da parte, e restare neutrale, almeno nel collegio senatoriale Bolzano - Bassa Atesina. 
Un'alleanza a cui si può guardare - coi necessario distinguo - anche in vista delle provinciali 2023. I verdi puntano a un ingresso in giunta, come partner della SVP per lavorare davvero a una svolta per la sostenibilità ambientale. 

					

Potrebbero interessarti anche...


					
						

Altri video da Politica & Istituzioni