Bolzano
07 Agosto 2022 Aggiornato alle 19:22
Economia & Lavoro

Mille nuove pizzerie aperte in Trentino Alto Adige in tre anni

Romana, napoletana, gourmet. La pizza al Sud arranca, al Nord sfonda. A Termeno la "migliore" in regione secondo "50 Top Pizza"
di Matteo Battistella, montaggio di Emanuel Fürhapter

Stoccolma, Tokyo, Dobbiaco, Termeno. Non importa la latitudine, la parola è universale: pizza. Negli ultimi tre anni, protagonista di un vero e proprio boom nel nord Italia. A Napoli le pizzerie chiudono, in Trentino Alto Adige le aperture di nuovi locali segnano un record in Italia.
Le inaugurazioni negli ultimi tre anni sono state 935 (+ 239%), certifica la Cna Agroalimentare. 

Un trend spinto anche dagli imprenditori. In tanti hanno riconvertito le loro attività, assicurandosi ristoranti pieni e la fila ad attendere un posto.
È stato proprio il lockdown a darci la spinta per fare quello che avevamo sempre sognato, trasformare il locale in pizzeria", spiega Santo Gabriele, titolare della "Il Corso" a Bolzano, tra le pizzerie Eccellenti 2022 e le Migliori Pizzerie al Mondo 2022 secondo una delle più influenti guide del settore, la "50 Top Pizza"

Romana, napoletana, gourmet. Come la pizza di Marzia Buzzanca, pizzaiola-sommelier di stanza a Termeno.
Grazie alle mani sempre in pasta, ha raggiunto un primato. 
In tutta la regione solo lei è entrata nella top 100 pizzerie d'Italia di 
"50 Top Pizza".
Lievitazione naturale, farine biologiche e prodotti di nicchia. "La nostra è una pizza 'spicchiata', in sei o otto pezzi. Le portiamo una alla volta, per degustare meglio i sapori e mangiarle calde", racconta Marzia, gestrice del ristorante-pizzeria Hofstätter Garten.
A 800 chilometri dall'ombra del Vesuvio, l'eccellenza sinonimo del Bel Paese. Margherite ma non solo, tra nettare di pino mugo e riduzioni al Lagrein.  

					

Potrebbero interessarti anche...


					
						

Altri video da Economia & Lavoro