Bolzano
15 Agosto 2022 Aggiornato alle 10:57
Economia & Lavoro

Per le api in Alto Adige fine anticipata della raccolta di nettare

Primi bilanci di stagione per gli apicoltori dell'Alto Adige: ci si aspettava una buona annata dopo quella scarsa del 2021. Ma anche quest'anno, a causa della siccità, i problemi non sono mancati.
di Lucio Giudiceandrea; riprese Dieter Verdross; montaggio Martin Willeit

Anche le api risentono del clima estremo, e in particolare della siccità. Col terreno arido le piante producono poco nettare e le api che tornano all'alveare hanno poco da trasformare in miele. Ma la produzione dipende da zona a zona, dice Erich Larcher che tiene le sue api vicino Sarnes. A causa della siccità, quest'anno le api hanno smesso di raccogliere nettare almeno 15 giorni prima del solito. Ora ciò che i 3500 apicoltori altoatesini hanno raccolto va sul mercato e qui nascono i problemi dovuti al generale aumento dei prezzi: costa di più il vetro per i barattoli, il trasporto delle arnie e insomma tutta la filiera, conclude Larcher. 
Il miele dell'Alto Adige si è fatto un nome come prodotto di qualità, ma a prezzi decisamente salati

					

Potrebbero interessarti anche...


					
						

Altri video da Economia & Lavoro