Bolzano
07 Agosto 2022 Aggiornato alle 19:22
Arte & Cultura

A San Vigilio di Marebbe le opere di Asami Kato: un omaggio alle Dolomiti

Lo scultore giapponese arrivò per la prima volta in Val Badia nel 1978. Poi, 20 anni fa, venne ospitato nella malga Tamersc da un amico di Marebbe, conosciuto all'esame per maestri di sci. Da allora il soggetto della sua arte sono le Dolomiti
di Fernanda Scarmagnan, montaggio Fabrizio Federici

Così uno scultore giapponese trasforma in opere d'arte la montagna. Rilevi di resina sintetica esposti dall'alba al tramonto nelle capanne della malga di Tamersc, inseriti nel contesto che li hanno ispirati.

Il maestoso bassorilievo chiamato proprio Tamersc, invece, è esposto nel padiglione musicale a San Vigilio di Marebbe. Per realizzarlo c'è voluto un anno,  misura 4 metri per due. 

Un po' di mistero, d'inquietudine permane, soprattutto in ciò che resta celato.

E le ninfee - ispirate a Monet, si riflettono nell'acqua al centro visite del parco natuale del parco Fanes Sennes Braies tra gli acquarelli tridimensionali

L'esposizione è visitabile fino al 31 agosto, lunedì esclusi. 

					

Potrebbero interessarti anche...


					
						

Altri video da Arte & Cultura