Calabria
13 Agosto 2022 Aggiornato alle 23:11
Economia & Lavoro

Crisi idrica, aziende a rischio crack

In Calabria i danni maggiori si sono registrati sullo Jonio
di Ilaria Raffaele
Credits © TgR Un campo colpito dalla siccità
Un campo colpito dalla siccità
La siccità in Calabria ad oggi ha fatto registrate una cascola di fiori e frutti relativamente alle colture olivicole, con una media regionale del danno che si attesta al 30%; la costa jonica a tratti raggiunge picchi di cascole che superano il 60%. Ma si teme anche per gli agrumi, con un'elevata cascola nel periodo di fioritura. E' la fotografia drammatica dei danni in agricoltura della siccità, fatta da Coldiretti che calcola: in tutta Italia a rischio crack 250 mila aziende. Colpa dei cambiamenti climatici, certo, ma il Whitepaper di Sensoworks “L’infrastruttura Idrica 4.0 - Numeri e applicazioni per la nuova rivoluzione digitale” punta il dito su un altro problema: «Il punto è che oltre il 60% della rete idrica italiana ha più di 30 anni di vita ed il 25% ha addirittura una vetustà di oltre 50 anni» spiega Niccolò De Carlo, CEO e co-fondatore di Sensoworks, startup nata 2 anni fa per creare soluzioni innovative per il monitoraggio dinamico delle infrastrutture e dei nascenti servizi di smart city.
 

					

Potrebbero interessarti anche...


					

Altri articoli da Economia & Lavoro