Una storia di violenze domestiche e di degrado finito in tragedia

Femminicidio di Rosarno, ha confessato il convivente della vittima

L'assassino ha ceduto dopo un lungo interrogatorio: è il compagno della donna ucraina uccisa a coltellate, si era dato alla fuga ma è stato individuato

Femminicidio di Rosarno, ha confessato il convivente della vittima
Rai
L'abitazione dove è avvenuto il femminicidio

Ad uccidere Iulia Astafieya, 35 anni, ieri a Rosarno, nella Piana di Gioia Tauro, sarebbe stato il convivente Denis Molchanov, 35 anni, al culmine dell'ennesimo litigio. Dopo qualche ora di interrogatorio, Molchanov ha ammesso le proprie responsabilità' dinanzi al pubblico ministero Adriana Di Vaio, della Procura della Repubblica di Palmiche ne ha deciso il fermo di polizia in attesa delle determinazioni del giudice delle indagini preliminari. La coppia, con regolare permesso di soggiorno in Italia, era molto conosciuta a Rosarno e i vicini di casa erano spesso intervenuti a placare i loro frequenti litigi a causa dell'eccessivo consumo di alcol. Iulia Astafieya e Denis Molchanov non avevano un impiego fisso e si adattavano saltuariamente a eseguire piccoli lavori.  Secondo le prime valutazioni investigative, nella giornata di ieri la coppia avrebbe nuovamente litigato destando la preoccupazione dei vicini, che hanno richiesto in anonimato l'intervento della polizia. Giunti nell'abitazione di Rosarno, gli agenti del Commissariato di Gioia Tauro hanno constatato la morte di Iulia Astafieya, provocata da soffocamento. Il suo compagno e' stato rintracciato e arrestato poco dopo nelle campagne di Rosarno