Calabria
28 Gennaio 2022 Aggiornato alle 22:55
Cronaca

«Così faccio rivivere anche mio figlio»

Parla la madre di Giuseppe Parretta, ucciso quattro anni fa a Crotone. L'associazione Libere donne si trasferisce, ma nella vecchia sede sorgerà la Casa della memoria delle vittime di reato
di Antonio Liotta

«La mia missione adesso è dedicarmi ai più giovani, è quello che mio figlio mi chiedeva sempre». Caterina Villirillo è la mamma di Giuseppe Parretta, il ragazzo appena 18enne ucciso a Crotone il 13 gennaio del 2018 da un pregiudicato. L'Aterp ha concesso una nuova sede all'associazione Libere donne. Nei locali di via Ducarne, in pieno centro storico, dove si è consumato l’omicidio, sorgerà la Casa della memoria delle vittime di reato. Affinché Giuseppe diventi un modello da seguire, per fare memoria e cambiare la cultura delle nuove generazioni.


 

					

Potrebbero interessarti anche...


					
						

Altri video da Cronaca