Calabria
26 Gennaio 2022 Aggiornato alle 22:54
Scuola

Scuole chiuse per Covid, il sindaco di Saracena: "Chiedo scusa agli alunni"

Renzo Russo, primo cittadino del Comune del cosentino, lancia un messaggio agli studenti dopo l'ordinanza con cui ha sospeso le lezioni in presenza fino al 15 gennaio. "E' un fallimento per tutti"
di Viviana Spinella

Scuole chiuse a Saracena. E il sindaco, Renzo Russo, chiede scusa agli studenti. Lo fa attraverso un video messaggio indirizzato alla sua comunità, a seguito dell'ordinanza con cui ha sospeso le attività didattiche fino al 15 gennaio. "Una decisione sofferta - spiega - dovuta solamente a una mancanza di organizzazione nella gestione dell'emergenza".
E' forte infatti, spiega il primo cittadino, la preoccupazione all'interno della comunità per i casi di Covid ormai fuori controllo. In questo momento a Saracena sono oltre 100 i positivi ma solo la metà sono in isolamento. Oltre 50 soggetti, spiega infatti il sindaco, sono liberi di circolare nonostante siano contatti stretti. Non si è in grado di tenere in isolamento i positivi perché non arrivano in tempo le disposizioni di isolamento da parte dell'Asp a causa dell'esiguo numero di dipendenti. "E' saltato completamente il sistema di tracciamento", continua. 
"In questo quadro non è possibile avviare in presenza le lezioni per i nostri alunni - conclude Russo - Arrivare a questa decisione, dopo due anni di pandemia, credo sia un fallimento per tutti".

					

Potrebbero interessarti anche...


					
						

Altri video da Scuola