Calabria
10 Agosto 2022 Aggiornato alle 21:24
Cronaca

Non era no vax, il giovane insegnante che si è dato fuoco a Rende

Una storia di sofferenza personale volutamente travisata sui social da complottisti no vax. Il docente era regolarmente vaccinato e non era stato sospeso dal lavoro
di Viviana Spinella

Il giovane di 33 anni che ieri si è cosparso di benzina e si è dato fuoco, davanti alla caserma dei carabinieri di Rende, è ricoverato in terapia intensiva grandi ustionati al Cardarelli di Napoli ed è in prognosi riservata. Le sue condizioni sono ritenute molto critiche.
La sua è una storia di sofferenza personale che è stata travisata sui social da complottisti no vax. Infatti non è vero che era stato sospeso dal lavoro perché aveva rifiutato il vaccino. Si era invece regolarmente vaccinato e, per assentarsi dalla scuola, aveva chiesto un regolare permesso.

					

Potrebbero interessarti anche...


					
						

Altri video da Cronaca