Depurazione osservata speciale: commissari anche a San Nicola Arcella

Nel comune dell'Alto Tirreno cosentino uno tra i 14 impianti commissariati dalla Regione. Lo scorso anno l'inchiesta sulla maladepurazione.

L'amministrazione comunale ha stanziato già dei fondi per adeguare l'impianto alle esigenze del territorio. Dalla Regione Calabria il compito al Corap di vigilare. 
Gli impianti di depurazione del centro cosentino erano stati al centro di un'indagine della magistratura, proprio per la cattiva gestione della depurazione. Quest'anno si cerca di correre ai ripari, prima di compromettere definitivamente la stagione balneare in un'area famosa per le sue bellezze naturalistiche.