Calabria
02 Luglio 2022 Aggiornato alle 19:46
Ambiente

Belvedere Marittimo, depuratore che funziona poco e male

La denuncia di Legambiente, che il giorno dopo il commissariamento dell'impianto analizza le cause del suo malfunzionamento
di Francesco Salvatore

Dal Tirreno cosentino fino a quello vibonese, sono ben 14 gli impianti di depurazione posti sotto commissariamento ieri dalla Regione con un'ordinanza firmata d'urgenza dal governatore Roberto Occhiuto. Una decisione clamorosa e necessaria. Malfunzionamenti dei depuratori, perdite e cattiva gestione hanno creato negli anni una situazione gravissima. Una "potenziale catastrofe sanitaria", si legge nell'ordinanza. A occuparsi degli impianti commissariati sarà fino al 30 settembre il Corap, il Consorzio regionale per le attività produttive che ha già la gestione dei sistemi di depurazione nei principali stabilimenti produttivi e industriali della Calabria. Tra loro, quello di Belvedere Marittimo, che nonostante una serie di interventi - veri e propri buchi nell'acqua, spiega Legambiente - continua a sversare a mare reflui non trattati. 

					

Potrebbero interessarti anche...


					
						

Altri video da Ambiente