"Medicina non si tocca": Catanzaro protesta contro una facoltà a Cosenza

I cittadini temono un danno economico dal raddoppio della facoltà di medicina in Calabria, con un polo a Cosenza. "Si vuole svuotare l'Università Magna Graecia", avvertono. Sullo sfondo il nuovo ospedale cosentino, pronto per il 2026

Si teme lo svuotamento della facoltà di Medicina dell'Università Magna Graecia a Catanzaro. E per questo si vuole scongiurare l'apertura di un nuovo polo universitario parallelo a Cosenza. 

Nel quartiere Lido il sit-in contro un'eventuale decisione della Regione: "Due facoltà non servono", dicono i cittadini, che temono un danno economico.

Sullo sfondo la questione del nuovo ospedale di Cosenza, che dovrebbe vedere la luce entro il 2026.