Nel nome di Lollò: don Ciotti a Locri a trent'anni dall'omicidio Cartisano

Nell'anniversario del rapimento del fotografo di Bovalino, Libera ha organizzato una tre giorni nella Locride

Trent'anni fa il rapimento di Lollò Cartisano, il fotografo originario di Bovalino mai tornato a casa. Nel 2003, grazie alla testimonianza di un pentito, il ritrovamento dei sui resti a Pietra Cappa. Da allora, in Aspromonte, ogni anno si marcia sui sentieri della memoria per ricordarlo.

Quest'anno, per il ventennale della tragica scoperta, Libera ha organizzato una tre giorni nella Locride. Per l’occasione il presidente e fondatore, don Luigi Ciotti, è venuto in Calabria e ha incontrato i giovani.