Aziende in sofferenza

Rincari per le imprese: l'allarme dei pastai

Costi della materia prima ed energetici alle stelle. Da Gragnano, dove si celebra il simbolo della tavola nostrana, parte la richiesta d'aiuto alle istituzioni. De Luca annuncia un piano di aiuti per famiglie e imprenditori

Rincari per le imprese: l'allarme dei pastai
Tgr Campania
Pasta di Gragnano

Dopo due anni di stop Gragnano torna città della pasta con una tre giorni di eventi, workshop, convegni, incontri culturali, showcooking, dedicati alla regina della tavola nostrana. Si celebra il simbolo del territorio ma resta, tra gli imprenditori del settore, la preoccupazione per i rincari.

"I costi della materia prima sono alle stelle da dodici mesi e quelli energetici sono oltre le stelle. Le aziende sono in grande sofferenza" dice Massimo Menna, presidente del Consorzio di Tutela della Pasta di Gragnano IGP. Antonino Moccia, pastaio di terza generazione, parla di "tenere i denti stretti per cinque o sei mesi" e chiede il sostegno delle istituzioni.

Il presidente della regione De Luca, che ha inaugurato l'evento dedicato alla pasta, ha annunciato la presentazione, per l'inizio della prossima settimana, di un piano di aiuti da centinaia di milioni di euro per famiglie e imprese. Il governatore ha anche incontrato i genitori di Alessandro, il tredicenne che, a Gragnano, si è tolto la vita perché vittima di minacce e insulti via chat da parte di sei giovani, quattro minorenni e due maggiorenni, indagati per istigazione al suicidio. Amici del ragazzo hanno consegnato il premio "Gragnano città della pasta" all'associazione “Fare per Bene” che si occupa di contrasto a bullismo, cyberbullismo e violenza di genere.